mercoledì 1 ottobre 2014

Vertigine incontrollabile

Foto di NaiMarta
Non voltarti. Corri e non voltarti. Piu’ veloce, piu’ lontano.

La coscienza resta immobile in paziente attesa che lui, come Ulisse, termini il periplo della sua stessa mente scossa dai singhiozzi di un pianto muto.
Dall’alto il senso del dovere lo osserva silenzioso e incombente; lui lo fiuta, ne sente l’odore e impotente al cospetto del suo potere, lo lascia fare.

Non rallentare. Tieni il passo, altrimenti ti prenderanno.