mercoledì 26 novembre 2014

Glory

Starlet_eyes Photography
Ed è nel parallelismo delle rotaie, che seguono quell'utopica idea di infinito, dove l'uomo, geneticamente programmato alla scoperta, ritrova una sfumatura di emozione, a tratti devastante, quell'emozione innegabile ed impagabile, ennesima reazione chimica, stimolazione dell'anima...ennesima sensazione di infinito, ennesima falsa speranza...ogni falsa speranza crea aspettativa...davanti all'aspettativa l'homo habilis creò la luce...davanti all'aspettativa non esistono limiti...come un treno in corsa...l'essere umano, raggiunge sempre la prossima stazione...l'ennesima fermata che...del resto...è sempre e solo un nuovo inizio.

Glory - Radical Face

venerdì 21 novembre 2014

Tisane alla cannella

Starlet_eyes Photography
Le tre del mattino, notte fonda.
Dentro quella stanza una luce flebile cerca di farsi strada avvolta da una nuvola di vapore, il ticchettio vivace di gocce l'unico rumore.
Lei lì, seduta sotto lo scroscio bollente che cade sul suo viso mescolandosi a gocce di salsedine e che continua poi sulle sue spalle provando ad allontanare la tensione dal suo corpo. Le ginocchia raccolte al petto strette tra le sue braccia... come ad abbracciare lui.

E' di corsa, saluta un'amica. L'incontro. Il saluto. Scende le scale e il telefono suona.

- Perchè te ne sei andata via così ?

lunedì 17 novembre 2014

Notte sbagliata

Foto di NaiMarta
Un buio così non l’aveva mai visto prima. Una notte liquida, flessuosa come una musica che scivola via tra i vicoli stretti della città vecchia.

Solo che non era notte. 
Non lo era affatto, era mezzogiorno passato.

Quella mattina il sole non si era alzato.

Nessun chiarore che anticipa l’alba, niente fuochi fatui all’orizzonte. Solo quelle stupide insegne al neon, violente come grandine. 

Si guardò intorno con l’aria di chi torna da un lungo viaggio e vide che nessuno oltre a lei sembrava fare caso a quella notte sbagliata. Sospetto, paura. Certezza.