lunedì 27 giugno 2016

La neve di giugno

Starlet_eyes Photography


Quella mattina si era alzata con gli occhi ancora socchiusi e la testa pesante. Dormire poche o tante ore, ormai, non faceva molta differenza.

Era completamente coinvolta nel realizzare al meglio l’unica cosa che poteva realmente fare: fare programmi senza portare a termine nulla. 

Era stordita, perennemente incazzata e sempre pallida.

Le ventiquattro ore della giornata scivolavano vorticosamente e lei, inconcludente, scivolava con loro.