lunedì 12 dicembre 2016

In un giorno qualunque



Foto di valentinanonseitu

Il freddo le gelava i polmoni. Lo sentiva avanzare dentro, lentamente e come una macchia oleosa imprigionare, inghiottendo millimetri di tessuto vitale.

Il vento gelido e pungente sembrava essersi assopito. Per più di un’ora aveva soffiato incessante e non c’era stato modo di trovare un angolo riparato sotto il vecchio ponte. 

I cartoni logori e umidi avevano danzato freneticamente sotto le dure sferzate di un inclemente aguzzino e a ogni sgarbato volteggio, avevano lasciato campo libero al rigido tiranno.