giovedì 2 febbraio 2017

Solo l'amore conta

Foto di naimarta
Non voleva lasciarti andare. Nonostante mesi di convivenza forzata e faticosa, all’ultimo non ne voleva sapere di aprire quella porta; fosse stato per lei, saresti rimasta li’ dentro per un tempo indefinito. 

Aveva paura. Paura di te, paura del vostro futuro insieme; temeva di non essere capace di darti abbastanza, o al contrario, di toglierti il respiro.

Erano state lunghe settimane di incertezza, si chiedeva continuamente come avrebbe fatto a dividere l'amore. 

E poi, quel giorno, non si poteva più aspettare. Ti hanno strappata via da lei, lasciando un vuoto doloroso, ma liberatorio; non più diade, non ancora due.

Rabbia e delusione. Non era stata capace, da sola non ce l'aveva fatta; poi aveva superato anche quello, l'importante era che tu fossi lì.

Non riusciva a smettere di guardarti, percepiva il battito del tuo cuore attraverso il tuo respiro lieve e ripensava con stupore a quando i vostri cuori battevano insieme. 
E ora la competizione era aperta, lei voleva essere più brava. Aveva letto mille libri, sapeva cosa fare. Credeva di essere pronta. Non avrebbe sbagliato, la posta era troppo alta. 

C'era il tuo domani in gioco. 

Una notte, aveva preso il tuo corpo caldo e l'aveva stretto contro il suo mentre tu cercavi conforto e appoggiavi la tua minuscola manina paffuta sul suo seno.

In quel momento aveva capito. 
Non c'era nessuna sfida, e nessun libro le avrebbe venduto la verità.
Aveva percepito l'unica cosa importante. 

Solo l'amore conta.